Come nasce una pessima idea

Chi, come, perché

Le idee generalmente nascono nella testa, o dovunque si preferisca risiedere abitualmente.

Diventano pessime quando le si lascia li per troppo tempo.

Mi capita spesso di studiare qualcosa, per poi pensare “questo mi piacerebbe condividerlo”. Anche se magari è incredibilmente settoriale o particolare.

Penso poi, tra me e me, “Mi piacerebbe parlarne, ma il rischio che non interessi niente a nessuno è alto. Inoltre io non sono sempre un esperto in materia.”

Alla fine ho deciso che la rete e chi mi conosce avrebbe dovuto sopportare anche le mie di opinioni e i miei interessi… ed eccoci qua.

Linea Editoriale

Ho molti interessi e il motivo di nascita di questo blog è proprio avere un posto dove poter parlare di tutto. Ci sono comunque delle macrocategorie.

Musica

360°

Spesso la musica mi colpisce in un modo che faccio fatica a verbalizzare, credo di avere una playlist per ogni momento di vita/emotivo. Mi piace scoprire la genesi di una canzone e le sue varianti nel tempo.

Balli swing

Lindy Hop, Boogie Woogie e altro

Scoperto di recente il ballo (swing per ora) mi ha travolto in modo inaspettato. Terapeutico, istruttivo, motore di aggregazione sociale… ma soprattutto un incredibile modo di esprimersi e comunicare oltre le barriere del linguaggio.

Letture

Fantascienza, saggistica, varie

Mi piace leggere, sia che si tratti di narrativa o lettura per piacere personale sia che si tratti di manualistica o testi di settore per aumentare la mia conoscenza tecnica o la mia comprensione delle cose.

Eleclipse

Eleclipse è il primo soprannome (o “nick”) che ho utilizzato in rete, ormai diverso tempo fa. Come tutti gli pseudonomi è stato usato da altri negli anni; non così spesso comunque.

Lo utilizzo fin nelle prime community online, per parlare di interessi, opinioni e altro, nonchè per scrivere cose terribilmente stupide o intelligenti a seconda dei periodi.

Originariamente è il nome di uno dei principali antagonisti di una vecchie serie a fumetti, col tempo è diventato una sorta di alter-ego associato a tutto quello che non era la mia attività lavorativa.